Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Poggibonsi smart: colonnine di ricarica in undici aree della città

Roberto Gambassi Roberto Gambassi - assessore Comune di Poggibonsi

Entra nel vivo il percorso per l'installazione di colonnine di ricarica elettrica in spazi pubblici della città di Poggibonsi nell'ambito del progetto promosso dal Consorzio Energia Toscana. "Un progetto che per il nostro territorio coinvolge undici aree in cui saranno installate le colonnine di ricarica - dice l'assessore all'ambiente Roberto Gambassi. - Dopo una serie di passaggi necessari che nei mesi si sono succeduti, oggi stiamo per entrare nella fase ulteriore di gara che porterà ad affidare i lavori per installare le prime ventidue centraline in parcheggi pubblici di Poggibonsi, Staggia e Bellavista. Un impegno che risponde a disposizioni di legge e che rappresenta un altro passo verso una sostenibilità ambientale che ha nel tema della mobilità uno degli elementi centrali".
Le undici aree candidate dal Comune ad ospitare le centraline di ricarica elettrica sono i parcheggi della Virtus e del Bernino, il parcheggio a Salceto, l'ex scalo merci (dove sono in corso i lavori), l'area di sosta in largo Bondi, il multipiano del Vallone, i parcheggi in via Carducci, via Aldo Moro vicino alla scuola, via Volta, l'area di sosta a Staggia (vicino alla Coop) e a Bellavista (zona Sma). Le centraline che saranno installate saranno doppie e ?miste' ovvero sia quick (ricarica in un'ora circa) che fast (ricarica in 30/40 minuti).
Nei giorni scorsi è stato approvato l'accordo quadro con il Consorzio Energia Toscana (Cet) e sono in fase di definizione gli atti per riavviare le procedure di affidamento nelle modalità previste dall'accordo quadro. Facendo un passo indietro infatti il Comune ha partecipato alla manifestazione di interesse pubblicata dal Cet "per l'affidamento dell'installazione e della gestione pluriennale di strutture di ricarica per i veicoli elettrici ad uso pubblico". Manifestazione di interesse per verificare la disponibilità degli enti pubblici a effettuare una gara in forma aggregata per l'individuazione di soggetti privati interessati all'installazione e alla gestione di strutture di ricarica di veicoli elettrici ad uso pubblico, sulla base di una pianificazione delle aree coinvolte concordata con le pubbliche amministrazioni e idonee agli obiettivi. La gara è stata indetta da Cet e ha portato a selezionare quattro operatori valutando aspetti migliorativi quali servizi di supporto e informativi per la promozione e l'utilizzo delle colonnine di ricarica, il prezzo di fornitura di energia elettrica, il canone riconosciuto all'ente per la messa a disposizione dell'area e altre prerogative previste. Sulla base di quanto previsto nell'accordo quadro sono in fase di definizione gli atti da parte del Comune per avviare le procedure per la scelta dell'operatore.
"Un progetto che sta per andare a compimento - dice Gambassi - nell'ambito di una programmazione più vasta per implementare la dotazione di colonnine di ricarica. Saranno ventidue i punti di ricarica disponibili a cui si aggiungerà un altro intervento su cui stiamo già lavorando per altre quattro colonnine singole a Salceto. Quasi un punto di ricarica per ogni 1000 abitanti e un dimensionamento ben più radicato di quello medio attuale in Toscana".