Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Siena, si cerca un possibile investitore per Brico & Garden

Brico & Garden

Si cerca una soluzione per le problematiche vissute dall'azienda Brico & Garden. L'attività ha chiuso i battenti sia a Colle Val d'Elsa che a Siena. Erano 17 nei momenti migliori i dipendenti delle due attività, tra il negozio senese situato in via delle Arti e quello in Valdelsa. Molti di loro hanno trovato una nuova collocazione lavorativa, al momento rimangono tre dipendenti da "ricollocare". E rimane anche il tema dello stabile, un grande edificio che adesso è chiuso e inutilizzato in una ampia e molto frequentata zona artigianale e commerciale del territorio comunale. Quel locale andrebbe riutilizzato e certo non lasciato dismesso. Questi sono stati i temi al centro dell'incontro che si è tenuto a palazzo comunale tra il sindaco di Siena Nicoletta Fabio e le sigle sindacali di settore, la Filcams Cgil e la Fisascat Cisl.
Questa volta il faccia a faccia non era stato richiesto dalle organizzazioni sindacali. È stata infatti il sindaco in persona, Nicoletta Fabio, a chiedere l'incontro ai sindacati al fine di avere un quadro più chiaro della situazione in Brico & Garden. Ciò è avvenuto dopo che il primo cittadino ha letto la lettera accalorata e preoccupata scritta da un dipendente del gruppo.
L'incontro a palazzo comunale è durato una quarantina di minuti. Lo scenario è notevolmente peggiorato nel corso degli ultimi mesi. Le organizzazioni sindacali dichiarano che i dipendenti non percepiscono lo stipendio da novembre. Da allora a oggi hanno chiuso i negozi Brico & Garden prima a Colle Val d'Elsa e ora a Siena. La proprietà del gruppo è di un imprenditore grossetano che a quanto pare, a detta dei sindacati, non starebbe più rispondendo alle domande che gli vengono poste. I negozi del gruppo che sono situati in Maremma continuano comunque per il momento a lavorare senza riscontrare problematiche. Ciò invece non è avvenuto nel territorio senese, dove le due attività sono state chiuse.
Nel negozio in via delle Arti, a Siena, sulla porta di ingresso è stato sistemato un cartello, sul quale sono scritte queste parole: "Il negozio resterà chiuso per esigenze aziendali. Per qualsiasi informazione è possibile contattarci via mail. Ci scusiamo per il disagio". In realtà il "disagio" prosegue ormai da un mese, con il negozio chiuso e con nessuna indicazione relativamente a quando e se l'attività potrà riaprire. I sindacati sono convinti che Brico & Garden a Siena non riaprirà. E allora con il sindaco Nicoletta Fabio hanno parlato di possibilità per andare a riassorbire i tre dipendenti e anche per andare a cercare un imprenditore che possa essere interessato a rilevare l'attività.
"La situazione è molto critica - commenta Samuele Bernardini, segretario generale Filcams Cgil Siena. - Siamo contenti che l'amministrazione comunale si sia resa disponibile, nelle proprie competenze, a verificare se possano esserci imprenditori interessati a rilevare l'attività. A oggi infatti quell'attività può essere definita dismessa, il materiale è stato portato via e il negozio non ha più riaperto. E nel frattempo la proprietà non si è più manifestata, nonostante le nostre ripetute richieste di incontro".
"Abbiamo chiesto al sindaco Nicoletta Fabio se sia possibile prevedere una ricollocazione per quei dipendenti che non hanno al momento ritrovato un posto di lavoro - sono le parole di Marco Brogi, segretario generale Fisascat Cisl di Siena. - Purtroppo dalla proprietà vediamo un totale silenzio che ha creato l'attuale situazione. Aver perso due punti vendita di questo tipo a Siena e a Colle Val d'Elsa è stato un vero peccato".

Gennaro Groppa è nato a Siena il 9 gennaio 1982. Laureato nel 2006 all'Università degli studi di Siena, nel corso di Scienze della comunicazione della facoltà di Lettere. Nella formazione universit...