Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Grassi (Confesercenti): "Tavolini all'aperto positivi per le attività e per la città di Siena"

tavolini all'aperto a Siena

Si torna a parlare di tavolini all'aperto, utili per le attività di ristorazione e di somministrazione al fine di richiamare un buon numero di clienti. Tavolini che danno alla città un'immagine più bella e più aperta anche nei confronti dei visitatori. Interviene sull'argomento Filippo Grassi, presidente provinciale di Assoturismo e responsabile nazionale intrattenimento per Fiepet Confesercenti: "I dehors - sono le sue parole - producono effetti positivi per l'immagine delle città, garantendo un'offerta migliore di servizi e punti di aggregazione sociale. E i consumatori mostrano di gradirli: tre italiani su quattro pensano che l'espansione dei dehors sia stata un fatto positivo. È chiaro che tutto questo vada gestito in equilibrio con il rispetto dell'equità, della sicurezza e dei diritti di chi abita nei dintorni e del decoro complessivo. È evidente che ormai, dopo il Covid, c'è una predisposizione diffusa alla presenza di più tavolini all'aperto rispetto a prima, e quindi anche di più socialità. Per questo sarà utile che quanto prima il Governo precisi le intenzioni manifestate in questo senso nelle scorse settimane consentendo ai Comuni di adeguarsi di conseguenza".
Prosegue Grassi: "Conciliare le esigenze di esercenti e residenti è un principio sacrosanto. Lo è altrettanto quello di favorire certezze di investimento, e quindi più opportunità di impresa e di posti di lavoro. Per questo, al pari dell'amministrazione comunale del capoluogo, ci aspettiamo che presto venga fatta chiarezza sulle prospettive future". Secondo Grassi, per Siena questa potrebbe essere una interessante occasione per aggiornare le tipologie di dehors ammesse: "Ad esempio in luoghi centrali come Piazza del Campo - dichiara l'esponente di Confesercenti, - magari recuperando le proposte espresse in questo senso anche dagli esercenti non molto tempo fa. Qualificare ulteriormente il colpo d'occhio per chi viene a trovarci non può che fare bene, anche per valorizzare il movimento turistico che in questo scorcio di primavera sembra di buon tono, sia in città che in provincia, a differenza della prima parte della stagione".

Gennaro Groppa è nato a Siena il 9 gennaio 1982. Laureato nel 2006 all'Università degli studi di Siena, nel corso di Scienze della comunicazione della facoltà di Lettere. Nella formazione universit...