Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Banca Mps di Siena, i dati dell'ultima trimestrale al cda. E il titolo vola in borsa

Banca Mps Siena

Oggi, martedì 6 febbraio, arriveranno sul tavolo del cda i conti della quarta trimestrale di Mps. Dati che daranno anche l'esatta dimensione dell'andamento 2023. Quello che per l'istituto di credito dovrebbe rappresentar il ritorno al dividendo per gli azionisti. In anticipo di un anno sul cronoprogramma dettato dall'amministratore delegato Luigi Lovaglio. Le previsioni circolate in questi giorni stimano un utile annuale di 1,5 miliardi. Soglia oltremodo positiva rispetto alla prospettiva dettata dallo stesso banchiere qualche mese fa di riuscire a superare il miliardo alla fine dell'anno. Conti spinti, ma questo vale anche per gli altri gruppi bancari, dai tassi di interesse. Lo dimostra Unicredit, che ha raggiunto nell'anno appena trascorso gli 8,5 miliardi di utili. Sulla scorta di questo traguardo Mps ha vissuto un'altra giornata positiva in Borsa. Il titolo ha chiuso con un +3,81%, portando il valore delle azioni a 3,35 euro, per una capitalizzazione a Piazza Affari a 4,22 miliardi. Preambolo a ciò che sarà reso pubblico domani, quando la trimestrale sarà presentata agli analisti. Se i numeri catalizzano l'attenzione, e servono a dare l'esatta dimensione di cosa è Montepaschi oggi, non si può dimenticare che sullo sfondo resta sempre uno scenario futuro da delineare.
E' sicuramente un periodo importante per l'istituto di credito di Rocca Salimbeni. A breve scadranno i novanta giorni che impedivano al Tesoro di fare altre operazioni inerenti Rocca Salimbeni dopo la vendita del 25% del capitale nel novembre scorso. Adesso lo Stato ha in mano un pacchetto di azioni pari al 39,2%. L'obiettivo è di capitalizzarlo al massimo (l'andamento positivo della banca agevolerà il raggiungimento di questo traguardo) prima di procedere alla cessione di altre quote. La premier Meloni lo ha sottolineato e altri membri del governo hanno fatto riferimento al caso Mps come esempio positivo di privatizzazione. Rimane da capire chi potrà aprire il portafoglio per mettere in piedi un'operazione di M&A e dare vita al terzo polo bancario.