Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Banca Mps di Siena, piano da 300 assunzioni

Banca Mps Siena

Per Mps c'è un secondo ritorno al passato. Se il dividendo, ridistribuito dopo oltre un decennio, aveva dato un chiaro segnale della salute della banca, il via libera a nuovi posti di lavoro conferma che la traiettoria intrapresa da Rocca Salimbeni è giusta. E va nella direzione auspicata dai sindacati, che da tempo chiedevano di dare seguito alle prospettive messe nero su bianco nel piano industriale.
Sono state proprie le rappresentative sindacale a ufficializzare la svolta. "Abbiamodefinito con l'Azienda l'immissione di una prima tornata di 300 assunzioni, da destinare interamente alla Rete commerciale entro l'anno, e in buona parte entro la partenza del prossimo periodo ferie", hanno affermato in una nota. "Abbiamo, inoltre, ottenuto l'attivazione di un tavolo permanente di confronto sulla gestione degli organici, per una definizione congiunta e complessiva degli impatti derivanti sia dalle procedure selettive che dalle azioni gestionali e riorganizzative", hanno aggiunto, evidenziando quindi come "la riapertura dei processi per l'inserimento di nuovi colleghi rappresenti un atto concreto che rafforza il percorso di miglioramento delle condizioni di lavoro e consolidi l'obiettivo comune relativo alla costruzione di prospettive aziendali di maggiore serenità". Affermazioni rilanciate da Guido Fasano, coordinatore Fabi all'interno dell'istituto senese. "Questo accordo rappresenta una svolta per il Monte dei Paschi di Siena, per le colleghe e per i colleghi. Le assunzioni sono il primo passo in un nuovo cammino ? ha puntualizzato il sindacalista -. Viene messo un punto fermo rispetto al passato e si dà una prospettiva nuova, dopo oltre 10 anni di sacrifici che sono stati indispensabili per mantenere in vita la banca più antica del mondo".
Per la Cisl "l'intesa raggiunta segna un ulteriore importante tassello nel rilancio di Mps e nel rafforzamento della contrattazione aziendale, a cui, insieme agli altri sindacati, abbiamo sempre creduto e per cui abbiamo da sempre lavorato". Lo dichiarano Alessia Silvestri, segretaria First Cisl della Sas di complesso Banca Monte dei Paschi di Siena, e Barbara Spezia, segretaria della Sas di gruppo.
Insonmma, una realtà viva e vegeta. "Adesso è diventata l'oggetto del desiderio. La vogliono tutti, è una posizione privilegiata per il governo", ha fatto notare il ministro Giancarlo Giorgetti, a margine del question time al Senato, rispondendo a una domanda sulla cessione di ulteriori quote della banca da parte del Tesoro. "Chi l'avrebbe detto un anno fa", ha quindi osservato con tono scherzoso. Non guastano perciò i giudizi positivi dati dagli addetti ai lavori. In base soprattutto alle anticipazioni sul 2024 fatte dall'ad Luigi Lovaglio. Per Barclays, che ha alzato il target price delle azioni e confermato la raccomandazione Overweight, "rappresentano un punto di partenza interessante per una strategia di riacquisto di grandi dimensioni in uno scenario stand-alone".