Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Siena, il capitano della Civetta Papei: "Proveremo a farci strada per arrivare a Bartoletti"

Roberto Papei - capitano della Civetta Roberto Papei - capitano della Civetta

La contrada della Civetta correrà entrambi i Palli del 2024. La dirigenza civettina, a partire dal capitano Roberto Papei, si sta preparando agli appuntamenti: vanno avanti gli incontri con fantini e con altre dirigenze mentre i primi appuntamenti stagionali (prime previsite al Ceppo e prime giornate del percorso di addestramento) si avvicinano.
Capitano Roberto Papei, come procedono queste settimane di avvicinamento all'inizio della stagione?
Ci stiamo muovendo come le altre dirigenze, e stiamo effettuando incontri con fantini e con le altre capitanerie. Il lavoro va avanti, in attesa di entrare nel vivo. È un percorso bello ed emozionante, forse per quanto mi riguarda anche più emozionante rispetto alla mia prima volta in questo ruolo.
Come valuta l'attuale scenario di fantini?
In questo momento ci sono due punte, Giovanni Atzeni e Jonatan Bartoletti. Ci sono da considerare le squalifiche di Giuseppe Zedde e di Giosuè Carboni. Poi ci sono altri ragazzi più giovani dotati di buone qualità e vogliosi di farsi vedere e di dimostrare le loro doti. Noi siamo attenti a valutare ogni aspetto e situazione, sarà importante anche tutto quello che succederà con il percorso di addestramento in provincia.
Giovanni Atzeni è comunque un fantino molto vicino alla vostra rivale. La Civetta può invece puntare a montare Jonatan Bartoletti?
Sappiamo bene, ovviamente, che Giovanni è il fantino di riferimento del Leocorno, noi ci abbiamo parlato come facciamo con tutti. Per quanto riguarda Jonatan Bartoletti cerchiamo di farci strada, dato che ci sono contrade che con lui hanno un rapporto molto stretto che va avanti da anni. Ovviamente poi il cavallo che la sorte assegnerà alle varie contrade il 29 giugno giocherà un ruolo importante nelle scelte.
In vista del prossimo Palio sono pesanti le squalifiche di Giuseppe Zedde e Giosuè Carboni, con Carburo che sarà squalificato anche per la Carriera di agosto. Si tratta di due fantini che hanno un rapporto con la Civetta e che sono nell'orbita del rione del Castellare?
Il rapporto c'è con entrambi, si può dire che entrambi sono nell'orbita della Civetta. Si tratta di un'eredità che arriva anche dalle capitanerie precedenti, è ovvio. Il nostro rapporto con Giuseppe e con Giosuè prosegue.
Lei ha parlato anche di fantini più giovani: crede che tra di loro possa esserci qualche protagonista della stagione paliesca del 2024?
Credo che ci siano alcuni ragazzi molto interessanti che in futuro potranno fare buonissime cose. Credo che tra di loro possa anche venire fuori qualche fantino importante per il Palio dei prossimi anni. Il mio è un pensiero ma al tempo stesso è anche una speranza.
Parliamo anche di cavalli?
La Civetta è sempre per i cavalli buoni, per non far finire il Palio già il 29 giugno. Il discorso fatto sulla provincia vale anche per loro: l'addestramento sarà molto importante per vedere la condizione di vari soggetti e magari anche la crescita e la maturazione di alcuni cavalli che già hanno corso il Palio.
Lei parla di cavalli buoni ma credo che nel lotto vorrebbe alcuni soggetti big e di qualità, e non un'unica punta?
Beh, credo che avere una sola punta sarebbe una situazione difficoltosa per tanti. Se ci fossero invece tre o quattro cavalli di qualità che possono vincere il Palio sarebbe un discorso differente. Ma da qui al Palio dobbiamo anche vedere e capire a quale punto sono tutti questi cavalli.
I big più attesi al momento sono Violenta da Clodia, Zio Frac, Anda e Bola.
Violenta da Clodia non la scopro certo io, Zio Frac ha vinto due Palii, Anda e Bola non ha ancora vinto ma ha dimostrato la sua potenza e le sue qualità. Se a questi soggetti se ne aggiungono altri importanti e che possono fare bene in Piazza del Campo può venire un bel lotto.
Tale e Quale può tornare a correre un Palio?
A me questo cavallo piaceva molto. Però sono cinque anni che non corre un Palio, si dovrà vedere come evolverà la situazione anche guardando le corse in provincia.
In entrambi i Palii, sia a luglio che ad agosto, ci sarà in Piazza anche il Leocorno.
Ovviamente teniamo in considerazione il fatto che in entrambi i Palii sarà sul tufo anche la nostra rivale. Noi siamo la Civetta e dobbiamo fare il massimo per la Civetta. Lo dico con il massimo rispetto e al contempo con la massima convinzione e concentrazione.

Gennaro Groppa è nato a Siena il 9 gennaio 1982. Laureato nel 2006 all'Università degli studi di Siena, nel corso di Scienze della comunicazione della facoltà di Lettere. Nella formazione universit...