Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Sull'Amiata tanti visitatori, ma si scia solo su una pista

Sciatori e visitatori alle Macinaie Sciatori e visitatori alle Macinaie

Le buone condizioni della pista Jolly, in località Macinaie, realizzata con neve artificiale, le giornate assolate e terse, la voglia di natura e di aria aperta hanno richiamato molti visitatori sul monte Amiata, sorprendendo gli stessi operatori turistici, i quali non si aspettavano un tale afflusso di persone in corrispondenza delle feste di Carnevale. Peccato che solo un solo campo scuola innevato sia aperto, sia per le condizioni climatiche che non hanno fatto cadere un fiocco di neve dall'inizio dell'inverno, sia per il mancato funzionamento dell'impianto di innevamento artificiale.
A tenere banco è ancora lo stato di degrado e di siccità del Laghetto Verde. Se ne sono occupati gli impiantisti e gli operatori del versante ovest della montagna nell'incontro convocato dal sindaco di Castel del Piano il primo di febbraio. "Attualmente l'impianto per le note ragioni e mancati interventi di manutenzioni straordinarie è fermo e inutilizzabile - spiegano gli operatori in una nota stampa - la corrente è staccata, il lago Verde è vuoto e nonostante le numerose pec per trovare soluzioni al problema non si è addivenuti a nuovi accordi o situazioni di incontro per poter trovare eventuali procedure di gestione. L'unione dei comuni Amiata Val d'Orcia, proprietaria di questa infrastruttura si è resa indisponibile a qualsiasi confronto e la situazione dell'impianto è sotto gli occhi di tutti. Il versante senese non ha acqua per sparare vista che la fornitura è esclusiva da quest'impianto e il versante grossetano, finita l'acqua di Pratolungo, non ha potuto completare e continuare nell'innevamento del Polo Macinaie".